Acquistare elettrodomestici dalla buona efficienza energetica e conoscere pochi semplici “trucchi” consente di ridurre gli sprechi e di aiutare l’ambiente.

Risparmiare sui consumi di casa oggi non è impossibile, al contrario esistono numerosi modi per riuscire a far quadrare meglio i conti, collaborando alla salvaguardia del Pianeta.
Di tutta l’energia che consumiamo in casa si calcola che solo il 25% venga usato per l’illuminazione e la produzione dell’acqua calda, mentre il restante 75% è impiegata per gli elettrodomestici. Questi numeri rendono evidente come proprio le nostre abitazioni siano il principale luogo in cui avvengono gli sprechi: questa consapevolezza deve diventare per tutti un’opportunità preziosa per imparare a ottimizzare i consumi e l’uso degli apparecchi domestici, operando nuove scelte e cambiando le abitudini più dannose!

Cosa possiamo fare in concreto per ridurre gli sprechi?
Che buone pratiche è possibile adottare per risparmiare sui consumi di casa?

Per alleggerire le bollette, sempre più salate e dare anche una mano al Pianeta, la prima regola è quella di acquistare elettrodomestici moderni a basso consumo, informandosi prima sulla classe di riferimento.
Rispetto ad alcuni anni fa, infatti, tutte le case produttrici di elettrodomestici si sono adeguate alla necessità dei consumatori di ridurre gli sprechi, immettendo sul mercato prodotti di ultima generazione molto efficienti sul piano energetico, in grado di far pesare meno le bollette e di aiutare al contempo l’ ambiente. Gli elettrodomestici moderni sono dotati di intelligenza artificiale che consente di risparmiare energia, al contrario di quelli più datati. Pertanto, se talvolta può sembrarci pesante affrontare la spesa di un nuovo elettrodomestico, dobbiamo sapere che, in prospettiva, quella scelta può rivelarsi una preziosa fonte di risparmio!

Un po’ notizie utili sulle classi energetiche

A partire dall’inizio degli anni ’90, le nuove normative hanno imposto ai produttori di assegnare un’etichetta che indicasse la classe energetica di ogni macchina, tale valore è indice dell’efficienza energetica e, dunque, della possibilità di risparmio.
Le classi energetiche partono dalla lettera A, che assicura il maggior risparmio, e vanno a decrescere fino alla G, che rappresenta la classe più dispendiosa.
Nel 2010 è stata, inoltre, introdotta un’ulteriore vantaggiosa novità in materia di classificazione degli apparecchi di casa, con l’aggiunta di 3 nuove classi: A+ , A++ e A+++ .

L’aggiunta del segno + permette intuitivamente di comprendere l’aumentare del risparmio, e l’assegnazione varia a seconda del tipo di elettrodomestico: ad esempio, la classe A+ è oggi quella di partenza per i frigoriferi e i congelatori, mentre la classe A è la minima per le lavatrici e le lavastoviglie di dimensioni standard.

Per risparmiare sui consumi di casa è dunque importante dotarsi di elettrodomestici moderni e performanti, tuttavia esistono anche altri “trucchi” che consentono di ottimizzare l’uso di ogni apparecchio domestico, alleggerendo considerevolmente le nostre bollette!

Vediamoli nel dettaglio:

  • La lavatrice: è uno degli elettrodomestici più usati nelle nostre case, ed è utile sapere che impostare lavaggi con temperature non superiori a 40° permette di consumare meno, perché il maggior dispendio avviene proprio per riscaldare l’acqua. Inoltre, per risparmiare sui consumi di casa è necessario fare il bucato quando il cestello è pieno, perché la centrifuga assorbe molta elettricità e più aumentano i giri a minor carico e più la bolletta lievita!
  • Il forno elettrico: fortunatamente durante i mesi estivi è meno utilizzato, perché – si sa – è un elettrodomestico molto dispendioso! Se non abbiamo in casa un forno ventilato occorre pensare di investire nell’acquisto, perché consuma nettamente meno diffondendo in modo omogeneo il calore. Bisogna anche sapere che la funzione grill è capace di raddoppiare i consumi, e che evitare di preriscaldare il forno li riduce, così come spegnerlo una decina di minuti prima del tempo stimato per la cottura, perché il calore ultimerà il processo riducendo l’esborso!
  • Il frigorifero: è un apparecchio necessario, emblema dell’ammodernamento delle case dei nostri nonni, tuttavia ma non tutti sanno che non è affatto amico del nostro ménage familiare! Si tratta di un elettrodomestico dai consumi elevati, che possono essere tenuti sotto controllo con periodiche manutenzioni e piccoli accorgimenti. Nello specifico, occorre mantenere una temperatura costante non troppo bassa, tra i 4° e i 6°, e non riempirlo troppo, lasciando spazio fra gli alimenti. Aiuta a ridurre gli sprechi evitare di aprire e chiudere lo sportello con troppa frequenza, e collocare il frigo il più distante possibile dalle fonti di calore (forno, caloriferi, piani cottura ecc.), a una distanza di 10 centimetri dalla parete per disperdere meglio il calore prodotto. Quanto alle manutenzioni, occorre controllare le guarnizioni affinché non lascino penetrare aria, e va pulita la serpentina posteriore almeno una volta l’anno.
  • Il condizionatore: non tutti sanno che impostare una temperatura media, di circa 6° inferiore a quella esterna, consente di risparmiare elettricità! Inoltre molti condizionatori hanno una funzione di “deumidificazione” che assorbe meno energia e, spesso, è sufficiente a creare una clima di confort in casa alleggerendo le bollette.
  • La lavastoviglie: per ottimizzare l’uso di questo elettrodomestico ci sono degli accorgimenti simili a quelli della lavatrice, in particolare è consigliabile l’utilizzo a pieno carico e con temperature basse. Inoltre, evitando di impostare l’asciugatura post lavaggio è possibile risparmiare fino al 15% di energia.
  • Boyler / scaldabagno elettrico: è noto, consuma davvero molto, ecco perché è saggio impostare una temperatura non superiore a 60° e spegnerlo non appena è stata raggiunta.
  • Le lampadine di casa: acquistare solo lampadine LED, a basso consumo energetico, dismettendo finalmente le alogene. L’investimento sarà presto ripagato, in quanto il risparmio stimato è di circa 115 euro in meno all’anno.

In conclusione, tutti desideriamo risparmiare sui consumi di casa e la buona notizia è che oggi si può: basta conoscere e attuare dei piccoli accorgimenti e, quando serve, investire in una tecnologia più avanzata e in una buona manutenzione!

CONTATTI JONICA SERVICE:

Jonica Service è aperto dal lunedì al venerdì la mattina dalle 8:30 alle 12:30, il pomeriggio dalle 15:30 alle 19:30.

• Indirizzo: Via Lazio 28, 74121 Taranto
• Tel. 099 732 6472 – 099 373 566 – 3466903410
• Email: jonicaservice1@gmail.com

384 Visitatori