Cambio lavatrice? Il mercato offre tantissimi modelli, tante alternative diverse di prezzo, di funzionamento e di capacità di carico. Per scegliere bisogna trovare il giusto compromesso.

Scegliere la giusta lavatrice è un compito davvero arduo: il mercato ce ne offre centinaia diverse per prezzo, funzionamento e capacità di carico.
Scegliere il modello più adatto alle nostre necessità è il primo passo per un lavaggio quotidiano rapido e senza stress.
Vediamo come scegliere il modello giusto.

In base alla capacità di carico

Tra le prime cose da valutare quando si acquista una lavatrice c’è la capacità di carico. Va valutato sia quanti panni laviamo in media in una settimana, sia il tempo a disposizione che abbiamo per poterlo fare.
Fare la lavatrice 3 volte a settimana vuol dire sicuramente carichi più leggeri, ma se siamo abituati a farne una a settimana c’è bisogno di una lavatrice molto capiente.
Molti produttori pubblicizzano lavatrici capaci di lavare piumini e coperte grazie a un carico massimo da 12 kg, ma quante volte all’anno laveremo i nostri piumini? Anziché fare un investimento per qualcosa che faremo solo due volte l’anno, sarebbe meglio scegliere una lavatrice in grado di aiutarci nella pulizia di tutti i giorni.
Di certo far partire una lavatrice vuota significa sprecare energia elettrica, acqua e detersivo, sprechi che alla lunga pesano notevolmente sul vostro bilancio.

Capienza ideale della lavatrice

• Per un single: 4 Kg;
• Una coppia: da 5 Kg fino a 7 Kg;
• Per una famiglia composta da 3-4 persone: 7 Kg o 8 Kg;
• Infine per le famiglie più numerose: dai 9 Kg in su.

Carica dall’alto o frontale?

La lavatrice con carica dall’alto è più adatta a chi non ha molto spazio a disposizione, in mancanza dei 60 cm di spazio che di solito prendono le lavatrici tradizionali. Le dimensioni delle lavatrici a carica dall’alto sono generalmente di 90 cm di altezza, 40 di larghezza e 60 di profondità, più sottili quindi dei modelli classici. La capienza di carico tuttavia è limitata rispetto ai modelli tradizionali: dai 5 Kg agli 8 Kg circa. Adatte a single, coppie e famiglie con un massimo di 4 componenti altrimenti è meglio scegliere un modello con un carico maggiore.
Le lavatrici con carica frontale quelle con l’oblò, più funzionali e adatte quasi a tutti. Richiedono più spazio, ma garantiscono prestazioni di lavaggio solitamente non raggiunte da lavatrici slim o a carica dall’alto.
Il consiglio è quello di preferire un modello tradizionale se ne avete la possibilità, scegliendo un modello slim solo quando non ci sono le condizioni di spazio sufficiente.

Motore inverter o tradizionale?

Come dimostrano i test, le lavatrici con motore inverter garantiscono prestazioni molto superiori ai modelli tradizionali. Il rumore della centrifuga è limitato, la stabilità aumenta ed è garantito un consumo di energia minore, risparmiando anche il 20% in bolletta.
Il motore inverter è infatti così silenzioso da poter essere utilizzato nelle fasce notturne, quelle a maggior risparmio economico. Utile per il risparmio, ma anche per chi passa la maggior parte del la giornata fuori casa e ha solo la notte per far partire il lavaggio.

800 giri o 1800 giri?

Un’altra caratteristica della lavatrice da prendere in considerazione riguarda il numero di giri al minuto durante la centrifuga: dagli 800 giri standard dei modelli economici fino ai 1800 giri al minuto di quelli più costosi.
I produttori spingono la vendita di lavatrici con un ciclo di rotazioni più elevato, giustificando il prezzo con la migliore capacità di pulizia delle fibre. Ma questo è vero solo in parte: la rotazione rapida consente una maggiore frizione dei capi, che certamente saranno puliti con maggiore energia maggiore e risultati migliori. Però va detto che le maggiori rotazioni del cestello aumentano molto lo stress meccanico a cui viene sottoposta la lavatrice, con una riduzione del ciclo di vita dei suoi ingranaggi.
Il consiglio è quello di cercare un compromesso: una lavatrice da 1.000 o da 1.2000 giri è giusta per soddisfare le più comuni esigenze di lavaggio, consentendo un risparmio economico immediato e soddisfazione nel lungo periodo.

Come scegliere la lavatrice in base al prezzo

Tra le lavatrici troviamo fasce di prezzo molto diverse: partiamo da 200 euro per modelli basici per arrivare a cifre a tre zeri con i modelli più costosi.
Possiamo però dire che le lavatrici con il apporto qualità prezzo migliore si trovano nella fascia tra i 400 e i 600 euro. Sono in grado di offrire il giusto compromesso qualitativo in base alle tecnologie offerte.

Dovrebbe essere chiaro che non esiste un modello universalmente giusto di lavatrice. Ogni famiglia ha le sue esigenze, e trovare un giusto compromesso fra costo, carico e spazio vi consentirà di scegliere quello giusto per voi.

148 Visitatori